2022 THE END ?!

Le ultime gare del 2022, DURE, BELLE e fin oltre le "aspettative" !!


Il 2022 è stato intenso abbiamo corso davvero tanto, ma per "tornare" a sforzarsi al massimo delle proprie capacità penso che gareggiare tanto sia indispensabile, per lo meno per come sono fatto io.


Quest' ultimo poker è iniziato a La Cassa (to) con un XC di coppa Piemonte.

Io e Dario ci siamo presentati al mattino come di consueto, un giro del tracciato e via a tutta, alla seconda o terza curva il giro di lancio tagliava via un pezzo del percorso e i primi 4-5, tra cui Dario, si sono intruppati nella fettuccia lasciandomi in testa al gruppo ( degli amatori ok.... ) una posizione totalmente nuova e inaspettata, e come un vero babbo non sapevo bene il percorso avendo dato per scontato nel giro di prova che avrei avuto qualcuno davanti da seguire...e invece ero da solo perchè nei primi minuti un piccolo gap mi era cresciuto alle spalle, e sempre come un vero babbo aspettavo da un momento all' altro mi asfaltassero i primi lasciandomi con una bella illusione in mano.. invece stringendo i denti, per quanto possibile, mi hanno agganciato solo i primi tre al terzo giro e li sono rimasto fino alla fine chiudendo terzo, Dario appena dietro fa una bella gara in rimonta.

La cosa più bella era vedere le facce di chi ( giustamente ) si domandava ma chi ca..o è questo qui? sul percorso i primi due giri, un alè comunque non si nega a nessuno =)!!!


La domenica dopo è stata la volta della gara di Rossana, sempre un XC di coppa Piemonte.

La pista un tempo (2005 e oltre) era dedicata al 4x e l'ho letteralmente consumata innumerevoli pomeriggi, una vera scuola per me, ho solo ricordi fichissimi legati a quella collina.

Ora è un percorso da XC moderno duro, non ti lascia respiro, super tortuoso e a tratti tecnico.

Le sensazioni prima della partenza erano negative ma poi in realtà la gara è andata bene sono rimasto secondo (sempre degli amatori) tutta la gara con Giosuè Mattio ( uno dei figli di Silvio l'organizzatore e titolare di Cicli Mattio ) che mi ha morso tutta la gara le gomme, il pubblico era giustamente tutto dalla sua essendo del team che organizzava l' evento e che ha creato dal giorno 1 quella collina.


Per mia fortuna in discesa creavo un piccolo gap che all' ultimo giro non è più stato colmato da Giosuè lasciandomi secondo assoluto amatori e 1 cat m1.

Dario becca una giornata così così e dopo un'ottima partenza si pianta un pò, chiude un paio di minuti dopo, succede.



Cambiamo domenica e distanza, ultima "Gran Fondo di coppa Piemonte" sapevo di stare bene per i miei standard, e avrei voluto continuare con un buon risultato in una disciplina a me meno congeniale, nell'XC conta molto di più la tecnicità in sella mentre le GF sono da fare sempre a tutto motore ma sono più lunghe e meno tecniche.

Quest'anno da Dario le ho sempre prese alle GF e speravo di poter stare con lui, ma si sa che chi vive sperando....

In questo caso il detto che avete completato voi non è valido =)!

Al 15 km mi illudo di averlo staccato e invece mi stava mordendo le gomme ,alternandoci nel ruolo di lepre arriviamo assieme sul traguardo.

Una gara molto bella, veloce e in cui abbiamo dato tutto, più di quello non potevamo, e questo per noi è la cosa principale. Chiudiamo nei 20 amatori e un distacco dai primi elite che non ci fa vergognare come al solito, ma ci fa capire che il 2022 è stata un anno con una progressione appagante!

ULTIMA TAPPA

La Roc D'Azur, un' icona europea della mtb, un' evento gigante con molteplici gare dal mercoledì alla domenica di diverse discipline e una fiera dove vengono presentate sempre parecchie novità legate al mondo del ciclismo.

La gara della domenica, è una "Gran Fondo classica" 55 km e 1400 mdsl circa con al via un parter di nomi che ti fa domandare perchè sia anche tu li...

Per non farci mancare niente ci alziamo la domenica e DILUVIA....


Ormai siamo lì e un pò infreddoliti ci presentiamo in partenza, Dario parte circa 10 min prima di me nella griglia che va dal 100 al 400 se ricordo bene.

Finalmente parte anche la mia e come di consueto a vista ( fatta eccezione per i primi 15 km ) cerco di gestirmi, un gel mi va un pò di traverso ma come al solito stringo un pò i denti e gli occhi, visto il tempo la gara scorre senza troppi intoppi, qualche tappo ma è così la roc.. basterebbe pedalare di più per partire davanti quindi... poche scuse.

Dario pedala bene ma in discesa viene colpito da un concorrente e si graffia un pò tutto, nonostante ciò pure lui resiste e con un freno che va più no che si chiude ubi minuto davanti a me...maledetto...=)

Chiudiamo attorno alla 120 esima lui e 130 io se ricordo bene ( in un gara così ) siamo soddisfatti, anche se i distacchi dai primi si possono misurare in anni luce.

La gara è stata dura, il meteo ha reso tutto più difficile per noi e per le bici, però il percorso è molto completo c'è tutto quello che cerchi in una granfondo dalle salite veloci a quelle tecniche e ripide idem per le discese.

Tutto molto bello ma il 2022 con numero attaccato al manubrio della mtb è terminato...non sicuro quello con la sella sotto al sedere!!!!!


Ci vediamo presto!!!










57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti